” Mémoires of an Italian stallion ”


A short review by John Fleming

“Mémoires of an Italian Stallion”

 
”PERFORMANCE TIME(S) AND DATE(S)”

cryposter

, A ‘nearly’ comedy piece of my memories as professional ”player”I will tell the true 🙂 blog: “Mémoirs of an Italian Stalliontake 1  🙂

wix.com/joepalermonoir/uk  http://www.imdb.com/name/nm5548656/?ref_=ttfc_fc_cr3  https://italolondoners.wordpress.com/2015/04/17/uno-di-noi-racconta-la-sua-storia-di-oltre-15-anni-fuori-dallitalia/   www.palermonoir.fr 

“Mémoires of an Italian Stallion” 

Questo slideshow richiede JavaScript.

a short review from John Fleming :

In the meantime, people are preparing potential Edinburgh Fringe shows for next year.
One of the most interesting could be Joe Palermo’s
”Mémoires of an Italian Stallion.”
I saw an initial try-out tonight which took around 70 minutes and did not get even halfway through the story, which involves his somewhat colorful life.
From what I heard tonight and during a post-show chat at the Grouchy Club, I reckon his story might take about four hours or longer to tell – if heavily edited.
It will be interesting to see how this fits into a 55-minute Edinburgh Fringe slot. The briefest of headings would include:
him as a child in Italy (watching porn on TV in the back garden)
attempts to be a Roman teenage gigolo
crime and the drug trade
athletics
modelling and becoming a male stripper

Questo slideshow richiede JavaScript.

porn movie experiences

encounters with ‘proper’ movie people including stories of Cinecittà, famous actors and spaghetti western people
Joe says: “The show at this stage is mainly for a male audience, however open minded women or girls are welcome.”

“I told him I thought Edinburgh audiences might crucify him atop Arthur’s Seat for sexism.”

But, if his Mémoires of an Italian Stallion show does make the Edinburgh Fringe in 2016, it will surely be an interesting ride.

contact : habana.trentange@gmail.com 

 

 an interview with Joe Palermo 

IMAGES PERDUES

Project creation for Images Perdues by Joe Palermo Noir

My wish: To capture the internal movement of the human body, to let rise the primal instinct

Biography of S.R., aka Joe Palermo Noir

A project doomed to failure.

All these moments will be lost,

Like tears are in the rain.

The android to Harrison Ford, Bladerunner 

Since 1994, I have built the scenery, still under the provisional title Imagini perdute, right and left (more of them to the left) in Italy, but was always rejected and deemed too futuristic, and the project never completed. My passion for photography had already begun at this time, when I was taking pictures as an amateur photographer. Images perdues was to consolidate my love of photography and profession as a theatre director.

In 1994, I was a strip dancer and porno actor, as well directing assistant under the pseudonym Mr. Habana, at the same time as I was pursuing a career in comedy under my real name, to which, however, my notoriety in the XXX industry soon became an obstacle. In 1995, the crisis in Italy came in the way of my lucrative job in strip tease, as the audience numbers sank. I then started the fashion magazine Imaging with my partner Paolo Cochi, destined for loss under the first mandate of Berlusconi. It was impossible to find advertising agents willing to invest in Imaging and we withdrew the issue in 1997. In the meantime, we established a production company, successively named “Imaging”, “Photo Press” and “Fashion Show” in order to avoid taxes, which specialised in videoclips and short duration publicity spots. At the end of 1998, competition by large advertising firms put our firm out of business.

At this time, I decided to move to England, where the economy was on the rise. However,    I did not manage to find stable employment and liquidated my finds within a year of studying English. I became homeless for two weeks and lost the original hard copy of the Images Perdues scenario… “Textes Perdus”, then. Once I was housed, I began working as security guard, bouncer and occasional bodyguard. I attempted to find a job as an assistant director but it turned out to be a joke, as it was usual to employ students on an unpaid basis.

In 2004, I took a photography course at King’s College in Battersea and my professor encouraged me to submit to the competition “Wandsworth in View”, where I was selected for the travelling exhibition on the Wandsworth locality. David Bailey was on the jury committee, and this success was to be my bouncing board. I then participated in numerous exhibitions in London and on the continent, including France (Correntin Celton).

Joe and the Theatre

I was on a show inspired from Woody Allen’s Mister Big at the Teatro dei Satiri Roma (1997) in Italy in which I starred as Chicago Phil, bodyguard and production assistant. I was executive producer and casting director for Oscar Wilde’s Chanterville Ghost (2005) for the Red Cross Southgate, where I shot with comedians.

Joe and Television

Joe was the lead character and executive producer of the televised series La Luna di Roma (2007, Sky/ Roma Uno).

All moments will be lost like tears in the rain.

Images Perdues

directed by Joe Palermo

The film did not benefit from any form of institutionalised finance. Was this in order to guarantee the authenticity of your story?

Yes I paid for the film entirely out of my own pocket. There were no constraints related to production related to investors. You know when it’s a bit like a company that’s public; the shareholders want to call the shots. I wanted to be free to choose and to shoot it while the inspiration was still fresh. Tarantino, one of my influences, says, after all:

“If you want to make a movie, make it. Don’t wait for a grant, don’t wait for the perfect circumstances, just make it.” [NDLR: Giving advice to young aspiring filmmakers at the 1994 Independent Spirit Awards].

You live between France and London. Was the crew from both countries?

Yes and No it was a bit of Italians ,French and English

Naturally it wasn’t an easy task half of the people where out of the film industry so that was the first and probably only film work they did.so a lot of the time was waste in explain basic stuff….

The film was set in Paris but shot in England, was this a logistical choice or an artistic one? Well was more a logistic than artistic I would loved to shot the film in France but at the time I was in London and I had an assistant more organized in UK even if she was Italian…..

It seems to be so commonplace nowadays, Joan & Hancock springs to mind? I’m just try to get an inspiration for whatever the reason and work with it naturally a location give some different point of views but that is related to you own experiences in life and work.

You’re Italian but you shoot in France, England and your home country. How do you experience the relationship between the producer and the director in these countries?

I was brought up in the center of Rome my grandfather from my dad side was a singer and from my mum side was a cop so I always had the two face of life, since I was a teen I was interested in art’s and of course people to understood the psychology of humans

I always try to understand people than the different culture of a person come when you start to “rolling” the Italians are more creative but the one good these days never come up the spot the French have a very good cultural educations sometime I think the born with it, the brit’s are very practical but sometime they losing them self in too much technicality

My love for cinema destroy part of my life is not easy to be considered by others especially in Italy when you said you want to be a film director’s, I used to be in art exhibitions and films premier but strange enough I met the most famous Italians artist and film directors in a well known street in Rome Via del Babuino which is a “step” from Piazza di Spagna in the centre of Rome well in an old cafe called “Notegen” was a place where all the historical artist as Fellini, Leone, Magni, Schifano, and so on the list will be too long went for a cot life or a quick meal so with no much confidence I start to talk to them but with not particular consideration by the years a word followed by another and a little be of confidence with them was stated, I never had the luck to work with one of them but truly the suggestion they give me was try to do what you want do not care about what people said but also Italy wasn’t the best place to start my ambition’s even tought I managed to do some works in Italy the respect in my own country start when I was work abroad, but I have to said what i learned from them it what I know about cinema there where no better teacher than them….even if sometime the said now go and find a job become a film director is a dream but it maybe not possible to realized….

https://memoiresofanitalianstallion.wordpress.com/      wix.com/joepalermonoir/uk www.palermonoir.fr 

segue da un intervista..……come sei entrato in contatto con il mondo? Come hai deciso di fare il il visuals artist? Una vocazione?

Non saprei posso solo collegarmi al fatto che il mio nonno paterno era un cantante tra il 40 e fine anni 50.

Poi il resto lo fatto tutto da solo i miei genitori non mi hanno mai seguito e il fatto di essere un artista Romano in Italia non aiuta di certo anzi ho trovato molto invidia e razzismo verso i ROMANI DE ROMA da parte di altri italiani(e gente che si spaccia per romano di fatto sono come gli albanesi e romeni che dicono di essere italiani) e pur vero che un romano VERO NE SA TANTE mentre gli altri semplicemente NO (se volete rosicate pure tanto nu magno ner piatto vostro)!

In breve comincia una carriera da pseudo modello in tarda adolescenza da li incominciai ad incuriosirmi  del “dietro la macchina da ripresa” da li in poi tra vicissitudini di una vita non sregolata ma in contatto con persone invidiose, meschine e cattive conoscenze e un snobismo Borghese il quale mi ha creato non pochi problemi , La superficialità della gente e’ veramente un male.ancora oggi incontro persone nel settore che parlano male di me alle mie spalle solo perché ho opinioni diverse da loro e io non ho la presunzione di voler piacer tutti !

Ma sono riuscito a crearmi un angolo artistico tutto mio,cominciai come assistente alla regia in low budget short film di li in poi ebbi delle esperienze un po diversificate,lavorai come aiuto alla regia di ”Ferdinando Palazo” in set porno dov’e strano per molti ho imparato moltissimo!! da come posizionare un macchina da ripresa e mettere le luci e perché no preparare un set credibile,  era prima dell’era digitale ed ero appena 20enne bisognava saper utilizzar la telecamera bene  e le luci ancora meglio e fare in fretta altrimenti le “performance” degli attori andavano a “rotoli”

Amavo anche molto la radio e collaborai con tir-radio pull nell 94 con Antonio Russo su un programma redatto da me “cinema e non solo” dove si parlava della storia del cinema degli anni 50-70; purtroppo Come detto ero a Roma (Italia) e lavorare o trovare lavoro special modo pagato era un incubo facevo di tutto lavoravo nei mercati rionali e facevo anche il facchino e di tanto in tanto anche gli spogliarelli,Ebbi un discreto successo a meta degli anni 90 con interviste come spogliarellista sul settimanale EPOCA(giornalista :Raul Passeretti) e su radio Rai nel programma “Roma chiama 3131”(se non ricordo male) con la reporter “Donatella RAFFAI”,e ovvio che molti non riuscivano a capire perché facessi cose così Diverse,lo ribadisco in Italia essere pagato e un problema serio ma essendo tutti ragazzi della medio borghesia o gente senza pretese dall’altra parte non capivano e forse ora che hanno finito i soldi di familiari o amici vari cominciano capire… va beh entrerò in polemica con il 90% delle persone………..

-Cioé??

Il fatto e che quando dici che vuoi far cose determinatamente diverse dal banchiere o l’impiegato Postale sei visto come un “idiota(ancora oggi la gente fa un lavoro per vivere o fregare il prossimo) e quindi pur di poter fare quello che ho sempre voluto fare Ho sempre cercato di guadagnare (lavorando e adattandomi mantenendo un codice d’onore)per avere tempo libero e fare quello che mi piaceva.

-La prima esperienza professionale?

Well più che la prima esperienza ho avuto molte introduzioni e qui forse le cose che amo ricordare,Frequentavo molto via del babbuino a Roma che e la parallela di via margutta(nota strada di artisti romani),Propio li ebbi la fortuna di incontrare personaggi storici dell’arte contmporanea hai quali non davo forse una grande importanza a quel tempo ma oggi come oggi si,il fatto di dialogare anche solo per pochi minuti con persone di un certo spessore artistico secondo me aiuta più che andare a scuola ,perché nessuno ti può insegnare niente ma ti possono indirizzare per “via giusta”

Poi rimane a noi scegliere……certo non e una cosa facile……lo dicevano anche loro…non c’e scuola Che tenga per l’arte……anche se io ormai da un certo mondo propio per quello sono tagliato fuori !..visto che oggi come oggi puoi accedere a certe ”mense” solo se hai la laurea e in moltissimi casi e gente che la presa tanto per…..infatti di artistico non hanno niente ne di lavori ne di fatto!

-Ce ne vorresti citare qualcuna di queste ”persone conosciute”?

Premessa : incotravo a alcuni bar di via del babbuino e per cui quei discorsi amichevoli che si fanno tra un ragazzo e una persona adulta(io gli adulti li ascoltavo non come i babyminkia di adesso che guardano solo i videogame e uprn) non certo amici io non ho mai chiesto niente a “loro” avevo un amico che aveva una galleria propio di fronte allo studio di Fellini persona” timida e schiva” ma ovviamente visto che ogni volta che qualcuno lo riconosceva lo assillava…ma se non facevi questo lui ti salutava e piano piano ti cominciava anche a parlarti così conobbi Sergio Leone ecc. di fatto anche Mario Bolognini e Luigi Magni ma loro scusate dirlo erano un po snob con noi della plebe… Quella stradina era piena anche di vecchi caratteristi del cinema dell’arte e come sapete non c’erano i telefonini per cui molto spesso aspettavano li in quei bar e cafe le telefonate per ruoli o lavoro,così incontrai pittori come Mario Schifano,Roberto Loyola e Tano Festa(https://it.wikipedia.org/wiki/Tano_Festa) ,quest’ultimo forse ero un po legato un pittore pop sicuramente di talento che ebbe il suo momento di fama e soldi, ma finii per morire di fame negli anni 80, più o meno un quarto di secolo fam.Ancora o fissa l’immaggine di lui che camminava scalzo con i vestiti a brandelli con dei pezzi di cartone in mano dove lui disegnava ….era come diciamo noi a roma “pelle ed ossa”,lui sorrideva un sorriso lucente che quasi illuminava…o forse era solo un ghigno per nascondere la fame e la stanchezza…..https://www.youtube.com/watch?v=HJHJdngOZ_0

-E‘ forse questo il motivo principale che ti ha spinto all’estero?

Sicuramente si, imparai subito che l’Italia ad uno come me non avrebbe mai riconosciuto niente ( e non avendo studiato ‘meno male’)ma non potevo andarmene subito avevo dei problemi familiari seri e non me la sentivo di lasciare i miei familiari soli,furono anni di grosse sofferenze a cui cercai di “ossigenarmi” lavorando con la produzione di un amico(così pensavo) in progetti vari,ma lo stress non mi permetteva di avere lucidità e il tempo era poco,lavorai anche in alcuni film come caratterista “Teste Rasate” di Fragasso e”Se non avessi L’amore”di Castellani più del cabaret al vecchio ”VELENO CLUB di VIA VENETO” e un spettacolo teatrale al Teatro dei Satiri di Roma   ”Mr.Big”Scritto da Woody Allen; ma non c’era niente da fare in Italia sia per un motivo o per l’altro era impossibile per cui a 28 anni decisi di andarmene senza voltarmi indietro.

Facciamo il punto?

Well il punto di partenza fu Londra,ovviamente i primi anni sono stati bruttissimi fui trattato peggio di un clandestino,lavoravo saltuariamente e anche mal pagato e purtroppo legarmi agli italiani sperando nella solidarietà fu un errore che sconsiglio a tutti di non fare(forse gli italiani che ho incontrato io personalmente a Londra sono stai i peggiori).

Tra un lavoro e l’altro nel settore security poi fui pestato a sangue durante una rissa in un locale dove lavoravo come security nel cercare di sedare la rissa mi trovai un gruoppo di persone che mi pestarono per ‘bene’ quindi la ricerca di giustizia l’impossobilita di lavorare perche mi trovai senza soldi dopo due anni che ero a Londra e tanto meno avevo intenzione di chiedere i soldi a i miei genitori ,molti sorrideranno ma non avevo intenzione di chiedere Ne benefit ne sussudi,finii in strada per un po…..ne uscii in una maniera un po grottesca e anche violenta,mentre cercavo di rilassarmi al freddo tra New Oxford circus e Tottenham C.R ascoltai la convesazione di due che erano piuttosto preocupati,a quanto pare avevano soldi con loro e qualcuno li seguiva e nn potevano farsi trovare con i soldi……well che ci crediate o no che lo pubblicate e o no..io quei due li pistai a sangue erano due spacciatori di droghe leggere o pesante non lo ,so riuscì a portargli via 500 sterline……..e da li ricomincia…..

Piano piano cominciai a lavorare ma con paghe da fame….non potevo certo permettemi una macchina fotografica e tanto meno fare un film……pensare che prima di quei incidenti mi ero diplomato al city of Westminster College in video and tv production …..comunque passano Gli anni racimolo un po di soldi mi compro una had-camcorder e faccio un documentario di 16 minuti su noi italiani e perché emigriamo; niente di eccezionale ma descrive in breve il perché da li alcune interviste. 

IL VOLO https://www.youtube.com/watch?v=jf1HNvcQEo4

http://www.messaggerosantantonio.it/messaggero_emi/pagina_articolo.asp?IDX=568IDRX=101

poi mi comprai una decente macchia fotografica e fui selezionato pr il south west di londra per una rassegna fotografia in UK chiamata Wansworth in View 2004……

(2) “Tra Roma, Parigi e Londra, ho scelto il Regno Unito” by JULI PISCEDDA http://ilnuovo.me/2014/07/01/quilondra-tra-roma-parigi-e-londra-ho-scelto-il-regno-unito/

lavorai poicome attore e assistente di produzione tra il 2006 in una fiction a Roma per sky Italia http://www.lalunadiroma.it

http://www.castingcallpro.com/uk/actor/profile/joe-palermo-1

e un programma per living tv in UK THE HEADLINERS dove lavoavo come fotografo di scena e asistente di produzione

http://www.uk.castingcallpro.com/view.php?uid=229965

poi le mostre fotografiche aRoma (Palazzo Margutta) Parigi (correntin-Celton) Londra(Why art) ecc. http://mobile.exibart.com/autore.asp?id=23519

Joe Palermo exhibition in Rome, Via Margutta

https://www.youtube.com/watch?v=rZlP0L4Je7U&t=45s

e non ultima la mia partecipazine nel documentario per il national geographic

Sex and the Neanderthals:

http://www.hybridfx.com/pages/company.htm

Sei stato in molte parti del mondo: hai una preferenza? Ci racconti qualche esperienza?

Well amo Roma artsticamente parlano si intende ,Barcellona lo nel Cuore ma adoro Parigi vorrei trasferirmi li forse per un artista e la citta ideale…….ho visto che per quanto sia psempre difficile C’e uno stato che riconosce l’artista come ne anche qui in Inghilterra…..ovvio devo imparami la lingua francese…….

Dove vivi ?

Vivo ancora a Londra e di tanto in tanto vado a Parigi dove ho alcuni amici e cerco di trovare contatti per lavoro ma non sono stato ancora fortunato fino adesso ma sto cercando di organizzare delle mostre www.palermonoir.fr e il mio sito per la Francia.ove ho diretto un play in francese non parlando la lingua francese propio per dimostrare la mia versatile’ il video  qui e ovvio che dovete guardarlo per capire il contenuto https://vimeo.com/15486150 non si tratta di un lavoro video ma teatrale quindi va visto come tale! 

Che cosa significa essere artista oggi?

Per me e importante non essere “Rinchiuso” nella demagogia (soprattutto accademica e di pseudo critici d’arte la storia insegna che loro non la fanno)come artista visual io interpreto per  il mio modo di essere tutto dalla recitazione alla fotografia all’immagine digitale ,poter creare e per me importantissimo troppo spesso mi si dice a tu sei un fotografo e la superficialità delle persone ,Dovrebbero evitare di etichettarti senza superficialità…..e considerare che forse oggi come oggi un artista affermato riesce anche a guadagnare ma non e sempre qualcosa di semplice da esprimere agli altri visto che ognuno di noi a un punto di vista differente nel vedere le cose dovuto dalle proprie esperienze e modo di essere.

C’è qualche personaggio che ti ha ispirato di più?

Cinema Sergio Leone sicuramente anche se lui come persona era uno molto pratico era sicuramente diverso da Fellini…..

Fotografia Frank Capa, David Bailey anche se ho uno stile tutto mio….palermonoir.fr,Pittura Picasso e Tano Festa anche se non dipingo (se non raramente) i loro lavori mi danno degli spunti….Recitazione:una bella lotta amo Pacino,De Niro,ma Jack Nicholson e sicuramente il mio favorito!

E la tua passione?

Well nel tempo libero non e ho molto l’esperienza mi ha insegnato di di creare lavorare ma amche di stare con i piedi ben saldati a terra continuo a lavorare come security in club e close protection il che mi permette di staccare quando voglio ma vorrei ricordare che in più 20 anni che lavoro nel ramo non e così facile come si pensi ………per portare avanti i miei progetti…..

Che cosa avrebbe fatto, e cosa sarebbe diventato se non fosse chi é oggi?

Ma domanda delle 100 pistole direbbe Paternuosto,da bambino volevo fare

Il cantante ma non avevo di certo una bella voce mi tolsero anche dal coro della chiesa!!!

anche se con un un gruppo di scozzesi abbiamo fatto un brano Running Through The City 

primo in classifica in una indie chart che si chiamava wiple.it ovvio ho diretto il video clip che non ostante le critiche e stato selezionato in sezione ufficiale in oltre 20 video festival sul globo http://www.radiostar.it/palermo/

Per cui e sempre stata una vita “infame”!!!!!

Potete sapere di più Su di me: http://www.lulu.com/spotlight/Palermo

http://www.dailymotion.com/joepalermo

Myspace.com/jopalermo

Palermonoir.fr

Youtube.com/joepalermo

wix.com/joepalermonoir/uk

12108723_762588300517888_4844098972367812850_n

tumblr_nxrfz6D28m1uujqcyo1_250

http://www.dailymotion.com/joepalermo

2a)gay pride[2]3a)commerc4a)gallianiobass2bass3bass2joepalermoCOLORPWPFcoolturaextravIMAGINGIMG_0533joe1mamaBCmain

https://memoiresofanitalianstallion.wordpress.com/      wix.com/joepalermonoir/uk www.palermonoir.fr

m’annate a fanculo 😛 

Annunci

prostituzione a Londra legalità e fruttamento


Ecco una ricerca sul mondo della prostituzione a Londra. Dietro alle ragazze che cercano facili guadagni e ragazze meno ‘fortunate’ ci sono molte organizzazioni criminali e false agenzie turistiche.

NB:”Premessa: per ottenere le informazioni sono stato per anni a ricercare, luoghi, persone e situazioni . Doveva essere una ricerca destinata per un film documentario, ma come spesso accade, qualcuno mi ha preso delle informazioni e l’idea ( il plagio e ormai cosa comune sia a livello giornalistico sia artistico copiano e basta altro che creatività’ scusate lo sfogo).  differentemente  da altri tratterò l’argomento in maniera “reale”ciò da esperienze dirette (ovvio in una paginetta non posso raccontarvi tutti i dettagli).
Secondo la legge britannica la prostituzione e’ legale nelle case, quando non ci sono più’ di due prostitute nella stessa casa con una persona che fa da receptionist(uomo o donna che essi siano). La legge e’ cambiata alcuni anni fa’,quando era possible avere una sola prostituta e una persona alla reception ,e fin qui e tutto legale.
E’ illegale la prostituzione nelle strade e nei night clubs e nelle case con piu’ di due persone che si prostituiscono. Quindi le case di tolleranza sono illegali. Le prostitute devono avere 18 anni come gli stessi clienti. Un minorenne non può richiedere questo“servizio”, (almeno in teoria…).Ho cominciato la mia ricerca cercando di entrare come cliente nell’attività più’ antica del mondo, e capire come e perché si arriva prostituirsi!(si molti già lo sanno….)e’ stata una ricerca lunga e dura!

I motivi possono essere diversi da persona e situazione.E ovvio che e’ un attività’ proficua ma non lo e sempre per le ragazze che lo fanno ma se mai i loro aguzzini, il motivo principale sono i soldi* che facilmente arrivano. Una prostituta a Londra ha un costo che va da un minimo di 60 sterline l’ora a 1,500 + l’ora. quindi possono guadagnare dai 400£ al giorno fino ha 5000£ o 10000£ al giorno per esempio in media una lap dancer(che non e’ un escort) guadagna dai 2000£ ai 3000£ a settimana.
UN fatto che va sottolineato e’ che si prostituiscono tanttissime studentesse universitarie (e in certi casi anche di COLLEGE ‘scuole superiori’) . Dai libri ad escort, per pagarsi l’università (dovuto specialmente alla triplicazione delle tasse universitarie del governo conservatore), e per molte e’ il solo modo per lasciare una situazione peggiore dietro alle loro spalle e poter intraprendere ciò che vogliono: spesso la libertà’ attraverso un lavoro indipendente. Normalmente questo in molti casi dura solo per il periodo degli studi universitari, e per uno o due anni dopo il raggiungimento del diploma universitario o al massimo per un altro annetto fino a quando non trovano il lavoro ambito.e finito di pagare ”il prestito d’onore” per pagarsi l’università; Le percentuali sono anche abbastanza alte sino ad arrivare al quasi il 50% delle studentesse in UK( o come hanno detto in altre ricerche fino al 70% e comunque durante il periodo universitario 8 su dieci almeno una volta lo hanno fatto …..). L’escort-student, così’ facendo hanno abbastanza soldi per poter pagare l’affitto,vivere, e divertirsi. Molte vedendo il profitto lasciano gli studi rendendosi pero conto che comunque potrebbe essere per sempre la loro professione.
La prostituzione “legale” in Uk e’ usata anche dalle varie mafie dell’est europeo paesi asiatici, avvicinando giovani ragazze con la promessa di facili guadagni, avvicinandole con  adverts su social media e magazine con la scusa di un lavoro in ristoranti e/o moda e servizio fotografico eec…Le giovani vengono raggirate spesso perche i lavori che gli vengono offerti sono a paghe minime anche illegali e non hanno niente a vedere con la “minimum wage” la quale e pur sempre una paga che non sostiene le spese (almeno per la città di Londra) oppure spesso non c’e nessun lavoro . Ci sono molte agenzie che offrono lavoro in UK, ma attenzione, perché sono solo coperture per introdurre le ragazze al mondo della prostituzione illegale . Offrono loro dei pacchetti lavoro-studio e conseguente Visa a cui molte ragazze fuori della comunità europea resta necessaria per stare in uk, e in tali casi l’agenzia non chiede anticipo alle ragazze anche PER LE PRIME SPESE perché la ragazza si accorda di ripagare tale agenzia e di fatto alcune agenzie fanno anche presente della possibilità per le ragazze che la prostituzione e legale nel regno unito  ma non spiegano in dettaglio e ovvio che quando le ragazze sprovvedute o consenzienti hanno bisogno di più informazioni si rivolgeranno a quella persona dell’agenzia….
Purtroppo causa del la grossa immigrazione e la mancanza di adeguati controlli sull’emigrazione in UK, comporta anche situazioni peggiori , ragazze anche minorenni vengono portate qui a prostituirsi usando sempre la solita scusa del fare vacanza studio per cui diventa anche difficile per la polizia capire chi viene raggirata* o chi comunque lo fa per soldi o perché non hanno altre scelte. Poi con forza vengono passate o peggio vendute a una o altra organizzazione criminale (il costo medio di una ragazza e di 3000£ alcune associazioni fanno patti diretti con le ragazze spiegandogli chiaramente che loro offriranno dei servizi di protezione e quindi meta dei guadagni verrano presi da loro ecc. ecc. altre più spietate le useranno a loro piacimento)ormai con l’avvento di internet si usano siti apparentemente legali* in UK dove di nuovo le ragazze  più o meno liberamente o per la mancanza di conoscenza della lingua delle medesime ragazze che non sanno a come o chi rivolgersi per chiedere aiuto;diventa impossibile capire chi lo fa perché sfruttata e chi lo fa personalmente  e vero che molti  clienti vedendo certe condizioni si adoperano per far sapere alla polizia o più semplicemente alla council che sarebbe opportuno fare dei controlli in quell’abitazione o verificare quel sito web (nella seconda ipotesi e molto più difficile).  le foto in siti di Escorts ormai e diventata una cosa comune, dove basta un click per vedere quella di propio gradimento. Le tariffe sono competitive, a seconda della bellezza della ragazza o delle sue specialità*. Oltre allo sfruttamento,negli ultimi anni purtroppo, si e’ aggiunto un altro grave problema, il BAREBACK(sesso senza preservativo), che e’ cresciuto specialmente nell’09, in aumento anche grazie all’ultima crisi economica e l’arrivo di molte ragazze dai paesi dell’est europeo con scarsa informazione sulla trasmissione di infezioni finiscono a per fornire i servizi più rischiosi, persino il circolo dei clienti per quanto sia vasto e anche pero ristretto molti sono i clienti abituali* persone che preferiscono pagare invece di avere relazioni sentimentali  . Molte ragazze che potrebbero aver preso il virus non lo comunicano o spesso sono  ignare di trasmissioni sessuali e quindi  per poter estinguere il debito* difficilmente riparabile fanno di tutto* e sopratutto con la mancanza di “clients” offrono un servizio (il bareback) che di fatto rischia la diffusione di malattie e infezioni ben note a tutti come aids,hiv,sifilide,epatite ecc.

Per coloro che legalmente lo fanno NHS (il serviziosanitario nazionale inglese) mette a disposizione controlli, ma per coloro chevengono illegalmente forzate a farlo non ci sono controlli.
La british police fa ovviamente il suo lavoro ma naturalmente se la denucia non parte dalle ragazze stesse (che in molti casi non parlano la lingua) diventa molto difficile perseguire i criminali. In alcuni casi le ragazze forzate a fare il “servizio” senza preservativo, hanno denunciato chi le aveva ”assunte” e vinto la causa: questo dimostra che ci si può’ ribellare, ma senza la denuncia delle medesime non si può’ fare niente.
Una soluzione sarebbe vietare tale servizio e vietare adverts* che offrono sesso senza protezione, così non possano includersi nei loro adverts commerciali. Avvolte le ragazze sono consapevoli del rischio ma lo “accettano” perché vengono da una realtà’ più’ povera o disadatta ( droga, abuso ecc.)
Le istituzioni in UK sono a conoscienza di questo problema ma non sembra che siano interessate al tal punto di fare una legge. Il BAREBACK e’ diventato ancora piu frequeste come servizio anche tra le ragazze giovanissime appena 18enni. Una campagna d’informazione per queste ragazze sarebbe necessaria visto che in molte di loro vengono da un background non propio agiati e quindi meno coscienti delle conseguenze a cui vanno incontro. Comunque qualcosa si sta muovendo, almeno in linea teorica, perché’ in occasione delle olimpiadi dell’estate del 2012, gli operatori telefonici di maggior rilievo, Orange, T-Mobile, 3 e Virgin Mobile hanno deciso di bloccare i numeri delle prostitute londinesi e bloccare i contatti tramite l’immissione di una sorta di black list impostata per evitare le chiamate ai numeri. Il tentativo di bloccare la criminalità della prostituzione si sta muovendo, speriamo solo che non sia solo a livello teorico di un falso buonismo per ottenere voti alle imminenti elezioni politiche cittadine’.  Certo e’ che se andiamo nei quartieri a luce rossa, e nelle periferie la realtà’ e’ ancora diversa.

corsi gratuiti di lingua inglese?ci sono ma!….


tenete presente che se ci sono dei corsi gratuiti sono gratuiti per una ragione uno gli insegnanti devono raggiungere un certo numero di ore di lavoro(un po come i dottori devono fare praticantato*) due alcune scuole prendono per un periodo sovvenzioni dall’EU o dall’UK quindi se sono o non sono sempre possibili ; nella migliore delle ipotesi andate o telefonate!!! La maggior parte di questi corsi sono tenuti da insegnanti non necessariamente di madrelingua ma qualificati per insegnare . É così possibile imparare l’inglese con un esperto di lingua inglese (spesso anche italiani 😛 )   pagando una piccola somma di tasse di registrazione.

Lista di Scuole di Inglese a Londra Gratuite:
1.- St. Giles International (http://www.stgiles-international.com/contact/)

London Central
154 Southampton Row
London WC1B 5JX
Tel +44 20 7837 0404
Fax +44 20 7837 4099
Email: londoncentral@stgiles.co.uk

London Highgate
51 Shepherds Hill
London N6 5QP
Tel +44 20 8340 0828
Fax +44 20 8348 9389
Email: londonhighgate@stgiles.co.uk

Per iscriversi basta recarvisi e rendere nota la propria volontà di frequentare il corsi di inglese gratuito. La Segreteria vi comunicherà il giorno in cui presentarvi e solitamente è il giorno successivo. Al termine di ogni corso si può ottenere  un diploma che ha un valore simbolico.

2.- WAES. ESOL Courses (http://www.waes.ac.uk/)

Victoria
Ebury Bridge Centre
Sutherland Street
SW1 4LH

Soho
Frith Street Centre
19-20 Frith Street
W1V 5TS

Tel +44 20 7297 7297
Fax +44 20 7641 8140
Email: info@waes.ac.uk

Per iscriversi: basta comunicare i propri dati personali e nel pomeriggio si esegue un test di ingresso. L’esame dura circa un’ora. Dopo che l’insegnante li ha corretti viene comunicato il livello a cui si è approdati con la conseguente comunicazione degli orari in cui si seguiranno i vari corsi… sono molto professionali.

Importante: sono corsi di sei mesi, e il nuovo semestre inizia a settembre e gennaio, quindi bisogna andare a prenotare il vostro posto prima di iniziare i corsi.

3.- Working Men’s College (http://www.wmcollege.ac.uk/)

44 Crowndale Road
London NW1 1TR
Tel +44 20 7255 4700
Email: info@wmcollege.ac.uk

4.-Training 4TEFL (Training 4TEFL – Free English classes)

14 Hallam Street, W1W 6JG, London
020 7637 2212
E-Mail: free_english@training4tefl.com

Per iscriversi: Devi pagare 10 £ più un deposito di £ 30. Il deposito viene poi restituito se si frequenta più del 75 % del corso gratuito a cui si è iscritti. I corsi di solito durano circa 4 settimane e l’orario delle lezioni è da Lunedi al Venerdì: 13:45-16:00. Le prenotazioni per i corsi gratuiti possono essere effettuate solo tramite e-mail.

5.- The English Studio (The English Studio – Free English classes)

113 High Holborn, WC1V 6JQ, London
020 7404 9759
Email: bookings@englishstudio.com

Per iscriversi: In questa accademia sono offerti corsi di inglese totalmente gratuiti per diversi livelli: Pre-Intermediate, Intermediate e Upper -Intermediate. Le classi sono martedì e giovedì in due sessioni : 15:00-17:00 e dalle 18:30 alle 20:30. A causa della forte domanda si consiglia di prenotarsi in anticipo.

6.- St. George International

Kenilworth House
79-80 Margaret Street
London W1W 8TA
Tel +44 20 7299 1700

7. Language Link (Language Link – Free English classes)

6 Duke’s Road, WC1H 9AD, London
020 3214 8250
E-Mail: info@languagelink.co.uk

Segnalo che: anche se sul loro sito web non è pubblicizzato, questa accademia offre corsi a £25 al mese. L’orario è dal Lunedi al Venerdì dalle 13:30 alle 15:30. Per iscriversi è necessario andare di persona per l’Accademia.

Avete qualche esperienza con una qualsiasi di queste scuole? Posta un commento e dite la vostra esperienza 😉

original-25612-1401473190-16

Comedy + crime, stripping and porn films in Rome


😀      https://tickets.edfringe.com/whats-on/memoirs-of-an-italian-stallion   🙂

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

https://thejohnfleming.wordpress.com/2015/11/19/comedy-and-variety-in-bethnal-green-crime-stripping-and-porn-films-in-rome/#comment-18426   In the meantime, people are preparing potential Edinburgh Fringe shows for next year.

One of the most interesting could be Joe Palermo’s

”Mémoires of an Italian Stallion.”

I saw an initial try-out tonight which took around 70 minutes and did not get even halfway through the story, which involves his somewhat colourful life.

From what I heard tonight and during a post-show chat at the Grouchy Club, I reckon his story might take about four hours or longer to tell – if heavily edited.

It will be interesting to see how this fits into a 55-minute Edinburgh Fringe slot. The briefest of headings would include:

him as a child in Italy (watching porn on TV in the back garden)
attempts to be a Roman teenage gigolo
crime and the drug trade
athletics
modelling and becoming a male stripper
porn movie experiences
encounters with ‘proper’ movie people including stories of Cinecittà, famous actors and spaghetti western people
Joe says: “The show at this stage is mainly for a male audience, however open minded women or girls are welcome.”

I told him I thought Edinburgh audiences might crucify him atop Arthur’s Seat for sexism.

But, if his” Mémoires of an Italian Stallion ” show does make the Edinburgh Fringe in 2016, it will surely be an interesting ride. http://joepalermonoir.wix.com/uk it will be interesting to see 🙂 how it goes 🙂

joe2mris

SO IT GOES - John Fleming's blog

Rich Rose (left, without shirt) and Gareth Ellis (right, in dress) last night Rose (left, without shirt) and Ellis (right, in dress) last night

Things are on the up. There seem to be a rising number of comedy clubs in London which are not just putting on very samey bills of 5-male-comics-doing-stand-up. There are several now staging genuine variety nights and filling their venues.

Among them are the highly-esteemed Pull the Other One comedy nights in Nunhead and Peckham, the occasional Spectacular Spectrum of Nowshows in King’s Cross and the occasional Brainwash Comedy nights run by Ellis & Rose at the Backyard Comedy Club in Bethnal Green.

I saw a Brainwash show last night, headlined by Harry Hill who, although he could be described as a straight stand-up, is considerably more weird than that.

I won’t even attempt to explain what was going on here I won’t even attempt to explain what was going on here

Tom Ward was, I suppose, the genuine token stand-up act. Other acts on the bill were sketch trio The…

View original post 318 altre parole

life and dead of an artist – uno di noi racconta la sua storia


SORRY SOME INTERVIEW ARE IN ENGLISH SOME IN  ITALIAN

ENG (1) Mr Palermo helped take the woman inside the pub and sat her down, where horrified staff tried to bandage her wounds with a first aid kit. http://www.standard.co.uk/news/crime/london-terror-attack-witness-armed-himself-with-extinguisher-and-kitchen-knife-as-he-took-refuge-in-a3556556.html they forgot a couple of bits …..

ENG (2)    NOBODY has anything remotely as cool as Joe’s. https://mumblewords.net/2016/08/22/memoirs-of-an-italian-stallion

ENG (3) a short review from John Fleming https://thejohnfleming.wordpress.com/2015/11/19/comedy-and-variety-in-bethnal-green-crime-stripping-and-porn-films-in-rome/#comment-18426

In the meantime, people are preparing potential Edinburgh Fringe shows for next year.
One of the most interesting could be Joe Palermo’s
”Mémoirs of an Italian Stallion.”

-ITA (4) Joe Palermo exhibition in Rome,      

Via Margutta the historical street of art in Rome Italy where the most important italians Artist  had exposed their works,Joe Palermo show his works in Palazzo Margutta one of the most historical place in the street of artists…. www.wix.com/joepalermonoir/uk  https://italolondoners.wordpress.com

-ITA(5) “Tra Roma, Parigi e Londra, ho scelto il Regno Unito” by JULI PISCEDDA http://ilnuovo.me/2014/07/01/quilondra-tra-roma-parigi-e-londra-ho-scelto-il-regno-unito/

-(6)Marx in the time of Capital https://www.storydrome.com/single-post/2017/03/23/Marx-in-the-time-of-Capital-2

(7)Nearby, Joe Palermo was getting some fresh air outside The Mudlark Pub when a woman staggered towards him, bleeding from the neck. “I invited her into the bar because I could see all these people running around,” the bouncer says. “Working in security, I realised something was happening. I tried to give her first aid until a paramedic came up and she took over.” He went to try to get help.  http://www.standard.co.uk/lifestyle/london-life/the-heroes-of-the-london-bridge-attack-a3559881.html

ENG (8) Here’s Joe Palermo  contribution for this documentary on Italian Migration in London! Produced by Silvia Lozza Video Productions https://www.youtube.com/watch?v=3IXu2SvlcxA&feature=youtu.be&app=desktop

ITA (9) ‘‘il volo degl’italiani”  https://www.youtube.com/watch?v=jf1HNvcQEo4

ITA  (10)”Londra, il racconto di un…..” http://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/londra_joe_palermo_buttafuori-2486546.html

Questo slideshow richiede JavaScript.

La speranza è il filo conduttore riproposto anche nel cortometraggio Il Volo realizzato da S.Rosetelli e Joe Palermo artisti 40enni. Un breve documentario sull’emigrazione giovanile italiana del XXI secolo a Londra basato su una serie d’interviste a giovani tra i 20 e i 40 anni. Dopo aver tentato invano di promuovere i propri scritti in Italia, Stefano ha deciso di emigrare all’estero infoltendo la schiera degli italiani in Gran Bretagna. «Ho lasciato Roma perché cercavo indipendenza, una mentalità diversa e perché, purtroppo, da noi le “conoscenze” sono ancora fondamentali per fare carriera. Anche se avrei avuto una vita più agiata in Italia, qui ho speranza, c’è l’opportunità e la possibilità di fare quello che voglio».
L’insoddisfazione lavorativa e la speranza di veder realizzati i propri desideri da una parte, l’economicità dei collegamenti aerei dall’altra, portano sempre più giovani a fare la valigia e a partire. Un viaggio di maturazione e di realizzazione, dunque, ma è un peccato notare che le nuove generazioni si sentano intrappolate in un sistema antiquato. Ci auguriamo che questo periodo all’estero non si trasformi in un distacco definitivo, nel qual caso questo fenomeno d’emigrazione sarebbe preoccupante e meriterebbe un’analisi più approfondita anche da parte della classe politica italiana

Questo slideshow richiede JavaScript.

Londra : informazioni utili! per trasferiti senza avere truffe !


SALVE son “JOE” the one and only !
Andate a Londra e in Regno Unito!???
Per chi volesse trasferirsi a Londra o nel Regno Unito le informazioni di questo documento possono essere d’aiuto e sono state create appositamente GRATUITE  per rispondere ai moltissimi italiani del gruppo (almeno degnatevi di fare lo scroll tutte le info sono in questa paginetta 😛  ).
(e nel caso siete vittime di frodi http://www.actionfraud.police.uk/node/200 )
Appena arrivati – Documenti
 il passaporto sono sufficienti per vivere in UK. la La carta di identità e ancora parzialmente valda ma si consiglia di venire col passaparto!!!!!!
Se volete lavorare avete bisogno del National Insurance Number https://www.gov.uk/apply-national-insurance-number
x Conto corrente bancario
Per aprire un conto bancario (x questo si paga e de come u pay as u go)or CASH ACCOUNT in UK servono: passaporto, una lettera che attesti dove vivete ed il contratto di lavoro o il certificato dell’università che siete iscritti ad un corso.
Se vi basta un conto basic e debit (potete usare al massimo i soldi che avete sul conto,senza andare in debito con la banca) fino a poco tempo fa la Barclays era l’unica che offriva il servizio COMPLETAMENTE GRATUITO.
Se invece avete esigenze diverse andate in un, qualsiasi filiale di qualsiasi banca e chiedete.
Le più famose banche inglesi sono Barclays, HSBC, NATWEST, LLOYDS e ROYAL BANK OF SCOTLAND.  oppure provate questo http://www.hsbc.co.uk/1/2/current-accounts/basic-bank-account
Cercare casa(dovete essere qui e vederle di persona)
http://www.zoopla.co.uk (free per studio o flat)
————————————————————————–
come sempre non credete me
MA verificate ciao
————————————————————————
DISPERATI PER TROVARE O NON VOLETE SPENDERE??
——————————————————————–
corsi LINGUA d’inglese da principianti ad esperti verificare
voi il vostro livello siate onesti pero con voi stesi !!!!!
per gli studenti: guardate gli alloggi dell’università o questi:
-Cercare lavoro
Andate di persona o rivolgetevi alle agenzie (jobcenter)
NON SI PAGA PER CERCARE LAVORO
NON SI PAGA PER REGISTRARSI PRESSO L’AGENZIA
NON SI PAGA NEMMENO PER TROVARNE UNO
NON SI LASCIANO I DETTAGLI DELLA BANCA ALL’AGENZIA A MENO CHE SONO LORO A  PAGARVI
NON FATEVI FREGARE DA ANNUNCI CHE CHIEDONO SOLDI PER METTERVI IN CONTATTO CON LE AZIENDE
NON AVETE BISOGNO DEL VISA E NEMMENO DEL WORKING-VISA “SIETE ITALIANI” QUINDI
 (nel caso siete vittime di frodi http://www.actionfraud.police.uk/node/200)
Alcuni siti dove registrarvi e/o depositare il CV per essere selezionati. Oppure potete creare le alert emails solo per lavori che vi interessano (more to came)
Agenzie per lavorare nella hospitality ecc.
Website :
Hanno lavoro temporaneo o fisso per agenzie gratuita da  usare www.extramanrecruitment.co.uk
per lavori temporanei nel catering(cio’e a chiamata!)https://www.offtowork.co.uk son tutti inglesi quindi più affidabili di tante altre agenzie! http://www.hospitalityandretailrecruitment.co.uk
costruzioni : constructrecruitment.com
-fare la ragazza alla pari AUPAIR  (fate sempre attenzione a quelli che vi chiedono soldi la visa non vi serve!!!!!)
NB: IMPORTANTE LA FAMIGLIA DOVE SIETE DEVE FIRMARE IL CONTRATTO(e spedirlo via posta o via email scan) SE NONLO FA, NON CI RESTATE PERCHE SE SUCCEDE QUALCOSA LORO NON SONO RESPONSABILI POSSON SEMPLICEMENTE DIRE CHE SIETE OSPITI!!!
*http://www.aaupair.co.uk (second best on google)
Cercare un corso universitario – Bachelor Degree
Cercare un corso universitario – Master’s Degree
Cercare un corso universitario – PhD (Dottorato di ricerca)
Socializzare con altri Itaiani a Londra
e per finire se avete avuto la sfortuna di avere figli e volete mantenere un po d’Italia background le olimpiadi dei bambini e ragazzi http://www.ogi-olympics.co.uk
Indirizzi e numeri di telefono del Consolato Italiano

Sito web:

Consolato Generale d’Italia in Londra  www.conslondra.esteri.it

83-86 Farringdon Street, London EC4A 4BL

020 7936 5900

Se trovate gente che aspetta fuori non fate gli inglesi, o come alcuni italiani, che si mettono in fila. Questa gente sta aspettando un visto o il Visa. Entrate e chiedete dove dovete andare.
(x i molti che hanno difficolta consigliamo questa societa; di taxi http://www.batransfer.com/cortesemente informateci del loro sevizio)
alcuni extra links per ”EU”  Teresa Butera, Direttrice del Casi –Uo (www.casi-uo.net)

Ferretti, Direttore del giornale on-line per gli italiani nel mondo www.litaliano.it

(nel caso siete vittime di frodi http://www.actionfraud.police.uk/node/200)